Un incidente provocato da un contatto tra Zarco e Morbidelli innesca una carambola pericolosa di due moto verso curva due, illesi per miracolo Rossi e Vinales

La moto di Zarco procede senza pilota verso curva due impattando contro le protezioni dell’interno curva e carambolando con la yamaha di morbidelli tra le due M1 di Vinales e Rossi.

Foto di Alex Farinelli
Foto di Alex Farinelli

“Ho visto solo nel replay quanto la moto di Zarco mi abbia sfiorato. Mi sono protetto con le mani perchè ho visto la moto volare, poi ho ripreso a spingere perche non volevo che Valentino mi superasse. Abbiamo avuto un grande c… oggi, ci siamo salvati”: sono queste le prime parole di Maverick Vinales sull’incidente Zarco-Morbidelli, che ha rischiato di coinvolere anche lui. In un post su twitter, accompagnato dal testo ‘Risultato negativo, ma abbiamo dei motivi per cui essere felici’ il pilota della Yamaha è ritratto nel momento in cui toglie le mani dal manubrio: un gesto istintivo, per proteggersi dalla moto di Avintia schizzata come un proiettile dopo il contatto con Morbidelli.

Vinales non parla solo dell’incidente. Lo spagnolo, 10° al traguardo dopo essere partito dalla pole, sottolinea le difficoltà riscontrate con la sua Yamaha: “Sono po’ incazzato perchè avevo tutto per fare bene, il passo era buono, ieri la moto era perfetta, oggi invece era impossibile lottare con le altre moto. Così è frustrante, in rettilineo la moto non va, non so quale sia il problema ma di fatto sembra che le altre moto siano un passo davanti a noi. Ho avuto un problema con la frizione alla seconda partenza, stavo pensando di ritirarmi, ho dovuto rallentare 3-4 giri, poi le cose sono migliorate e ho raccolto il massimo di punti possibile. Pensare di lottare per vincere il Mondiale così però  davvero difficile“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here